fbpx

Da sempre l’italiano medio sceglie di investire nel mattone e quindi aprire un mutuo per una seconda casa, considerandolo un bene rifugio per risparmiare.
Ancor di più oggi, in tempo di pandemia, ci si sente quasi obbligati ad investire, essendo il futuro piuttosto incerto.
Ed è proprio in quest’ottica che si inserisce l’idea dell’acquisto di una seconda casa.

Comprare un secondo immobile non ha sempre e soltanto un fine meramente speculativo.

Perché aprire un mutuo per la seconda casa?

Può avere molteplici finalità come: 

  • la certezza di investire solidamente i propri risparmi, facendoli fruttare nel tempo.
  • godere dei benefici di una seconda proprietà, utilizzandola in prima persona o affittandola percependone una rendita.
  • metterla a disposizione di un figlio o avere un punto di appoggio diverso dalla prima casa.  

Quali sono i requisiti?

Vediamo quali sono i requisiti e che cosa si intende per acquisto immobile della seconda casa. 

Si parla di seconda casa:

  • quando è catalogato come abitazione di lusso.
  • quando non si trova nello stesso comune di residenza del richiedente o in quello in cui risiederà entro 18 mesi dalla stipula del mutuo.
  • quando chi chiede il mutuo ha diritti di proprietà, uso e usufrutto, o di abitazione su altre abitazioni nello stesso comune.
  • quando il richiedente beneficia già delle agevolazioni prima casa su un altro immobile.

Quando l’immobile acquistato rientra in queste categorie viene considerato seconda casa, e quindi non beneficia delle agevolazioni fiscali per la prima casa.

 Nello specifico le tasse dovute sono due:

  •  una sull’immobile, con l’imposta di registro (il 9% del valore catastale).
  •  una sul mutuo richiesto, con l’imposta sostitutiva (il 2% del mutuo concesso).

Le possibilità di acquistare oggi una seconda casa con un mutuo rispetto a qualche tempo fa sono molto più semplificate e interessanti, questo perché non solo si può godere di tassi agevolati, spesso paritetici a quelli dell’acquisto prima casa; ma perché eccezionalmente esiste anche la possibilità di utilizzare prodotti che finanziano il 100% del valore di acquisto e la ristrutturazione del nuovo immobile. 

Questo ci fa capire quanto questo mercato oggi sia interessante e florido.

Non esistono però rose senza spine: richiedere in banca questo tipo di finanziamento necessita tempo, conoscenze tecniche e tanta pazienza. 

Per evitare perdite di tempo, soldi e passare notti insonni, può essere utile affidarsi ad un esperto del settore, un consulente, che sappia non solo capire le esigenze e consigliare il prodotto più adatto, ma che sia in grado di gestire tutto l’iter della pratica e le criticità che si possono presentare. Portando il cliente dalla necessità di finanziamento all’acquisto senza troppa fatica. 

Questa figura è quella del mediatore creditizio, esperto in materia, iscritto ad un albo, che fa da intermediario tra le banche ed il cliente. Professionalità sempre più necessaria per i clienti ed apprezzata dalle banche che si ritrovano pratiche “preconfezionate”, pronte per la delibera, in un momento di grandi cambiamenti nelle politiche del credito, viste anche le riduzioni di personale e quindi del minor tempo e competenze da dedicare al comparto del credito.

Con Credit Line puoi avere subito una consulenza gratuita, richiedila ora e scopri tutti i suoi servizi.