Cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto è una formula di finanziamento riservata a lavoratori dipendenti e pensionati. 

Il credito concesso può essere speso come si desidera (non è necessario giustificare come verrà utilizzato il denaro) e il finanziamento si estingue attraverso la trattenuta diretta dal netto in busta paga/pensione di una rata mensile pari, al massimo, ad un quinto dello stipendio o della pensione.

Come si calcola la Cessione del Quinto?

Il prestito prevede l’addebito della rata mensile direttamente in busta paga, infatti il quinto dello stipendio è la cifra massima da cedere per ripagare il capitale ricevuto e i relativi interessi. La durata massima del rimborso è di 10 anni, ovvero di 120 mesi, mentre ciò che serve per eseguire il calcolo della cessione del quinto è la busta paga, oppure il cedolino pensionistico.

Gli step per capire l’importo ottenibile

Per capire quale importo si può richiedere e la relativa rata bisogna innanzitutto conoscere lo stipendio netto, quindi si devono eliminare le voci variabili che incidono sul salario o sulla pensione. 

Nel caso dei lavoratori, in particolare, si dovranno escludere:

  • Importi relativi agli straordinari;
  • Premi di produzione;
  • Turni;
  • Assegni familiari di cui eventualmente si beneficia.

Una volta ottenuta la somma netta, la si deve moltiplicare per il numero di mensilità ricevute, solitamente sono 13 o 14. 

Prima di raggiungere l’ammontare da usare per il calcolo della cessione del quinto bisogna ancora compiere due divisioni:

  • La prima per 12, riferita ai mesi e quindi alle rate;
  • La seconda per 5, che serve appunto a conoscere il quinto cedibile. 

Infatti per conoscere l’importo totale si deve sapere indicativamente quale possa essere la rata. Il quinto dello stipendio o della pensione costituisce il limite massimo spendibile per rimborsare il prestito ottenuto.

Quali sono i vantaggi della Cessione del Quinto?

La formula della cessione del quinto può essere la scelta di finanziamento più adatta se si ha un contratto a tempo indeterminato presso un’azienda statale o privata o se si ha una pensione e si è disposti a cedere un quinto della propria entrata a favore della disponibilità di una certa liquidità.

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione, infatti, è indicata in caso di necessità di piani di rimborso con durate lunghe ed è maggiormente garantita rispetto ad un prestito personale, sostanzialmente per due motivi

  • in primis, la rata viene prelevata direttamente alla fonte (datore di lavoro o ente pensionistico) e pertanto per il creditore sono minori i rischi di insolvenza da parte del debitore; 
  • in secondo luogo, il credito a favore della società erogante è sempre legato, per legge, ad un’assicurazione sul caso morte e perdita di impiego.

Quali sono le differenze tra prestito personale e cessione del quinto dello stipendio?

Ci sono tre sostanziali differenze tra un prestito personale e la cessione del quinto dello stipendio:

  • L’importo della rata: nel caso della cessione del quinto, è pari al massimo ad un quinto dello stipendio o della pensione; nel caso del prestito personale, è in funzione dell’importo concesso e della durata;
  • La modalità di rimborso: con la cessione del quinto, ogni mese, la rata viene detratta dallo stipendio o dalla pensione direttamente dall’azienda o dall’Ente Pensionistico; con il prestito personale, la rata può essere addebitata sul conto corrente o versata direttamente dal titolare tramite bollettino postale;
  • L’importo erogabile: il cliente che richiede un prestito personale può ottenere una somma fino a 40.000 euro. L’importo ottenibile con la cessione del quinto dipende unicamente dallo stipendio o dalla pensione percepita e dall’anzianità di servizio/disponibilità del TFR (solo per dipendenti privati). 

Come richiedere il quinto dello stipendio o pensione

Come per qualsiasi accesso al credito, al fine di poter formulare una richiesta, è necessaria la produzione di una serie di documenti. 

È sicuramente un buona scelta farsi affiancare da un consulente creditizio esperto, come noi di Credit Line che conosciamo perfettamente il panorama finanziario e possiamo, oltre che indicare come e quali documenti produrre senza cadere in errore ed inutili perdite di tempo, suggerire se ci sia la possibilità di valutare diverse soluzioni. 

Accade spesso che un prodotto per quanto valido e conveniente, possa non essere la scelta adatta per il profilo e le finalità del richiedente; avendo a disposizione un variegato paniere di prodotti, Credit Line può certamente individuare facilmente la migliore soluzione per qualsiasi esigenza. 

Consulta la nostra pagina di servizi e prenota una consulenza totalmente gratuita con uno dei nostri esperti!