La segnalazione CRIF è lo strumento che permette ad istituti bancari o società finanziarie di tracciare il merito creditizio dei singoli clienti.

La Centrale Rischi Finanziaria è una società per azioni fondata a Bologna da un gruppo di privati; raccoglie tutte le informazioni fornite dagli istituti di credito riguardo i cattivi pagatori, ma non si limita a questo, fornisce altresì informazioni su coloro che sono generalmente in regola con i pagamenti. Ciò garantisce al creditore di analizzare il livello di affidabilità dei propri clienti in maniera tale da tutelarsi da eventuali e futuri mancati pagamenti.

Essere segnalati al CRIF non significa, come spesso si pensa, all’esclusione del cliente segnalato come “cattivo pagatore”, dall’utilizzare ogni forma di strumento finanziario.

In cosa consiste esattamente la segnalazione al CRIF? 

La finalità del trattamento dei dati personali con la segnalazione al CRIF non è esclusivamente quella di classificare i cattivi pagatori segnalandone gli inadempimenti, ma in generale valutarne il merito creditizio. In parole povere, si tratta di una sorta di registro anagrafico che, con il tempo, ha ottenuto una posizione leader a livello internazionale nel settore delle informazioni finanziarie.

Soltanto per i casi particolarmente critici, che possono costituire una reale minaccia per l’istituto di credito, le segnalazioni vengono trasmesse anche alla Centrale Rischi della Banca D’Italia o Centrale allarme interbancaria (CAI).

Nel momento in cui si avvia una segnalazione al CRIF (ovviamente nel caso di corretta segnalazione) sarà difficile successivamente per il debitore ottenere un prestito.

Il creditore avvia la procedura di segnalazione nel momento in cui il debitore non saldi il pagamento di due rate consecutive.

In questo caso, l’Istituto di Credito, procederà ad avvisare il proprio cliente riguardo i mancati pagamenti. Quest’ultimo entro 15 giorni avrà la possibilità di procedere al saldo, in caso contrario, il creditore procederà a segnalare al CRIF il mancato pagamento.

Quanto dura la segnalazione al CRIF?

La risposta in questo caso non è una sola, ma varia in base alla gravità del ritardo o dell’inadempimento da parte del creditore, ossia:

  • Nel ritardo di pagamento di una o due rate di mensilità. In questo caso, la cancellazione dei dati avviene una volta decorsi 12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, e solo a condizione che in quell’arco temporale i pagamenti siano sempre regolari.
  • Nel ritardo di pagamento di tre o più rate. La cancellazione dei dati è operativa decorsi 24 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione avvenuta da parte dell’Istituto che ha concesso il prestito. Ciò avviene anche se poi le rate verranno pagate con transazione bancaria e – anche in questo caso – i pagamenti devono essere regolari.

In caso di grave inadempimento. I dati negativi del soggetto resteranno conservati fino alla data di estinzione prevista e per i successivi trentasei mesi.

Ma l’iscrizione al CRIF può essere eliminata?

La risposta è assolutamente positiva, la cancellazione dei dati viene effettuata, da parte della stessa Centrale Rischi, in maniera automatica.

Può capitare però che, a causa della lungaggine burocratica, debba essere il diretto interessato a dare un impulso per la cancellazione, attraverso un’istanza da inviare alla stessa Centrale Rischi.

Nel caso, si spiegheranno i motivi per cui la segnalazione al CRIF andrebbe cancellata.

I tempi di cancellazione dati dai sistemi informatici variano in base alla gravità della violazione commessa.

C’è, però, un limite massimo oltre il quale i dati dovranno comunque essere eliminati dal sistema: questo è fissato in cinque anni dalla data di scadenza del rapporto di finanziamento per cui sono sorte problematiche.

Noi di Credit Line siamo professionisti del credito e ti aiutiamo nel processo di ottenimento di vari servizi finanziari come il Mutuo Consolidamento Debiti, il Mutuo di Liquidità, il Mutuo di Rifinanziamento e Pronto in Conto, il nostro servizio di finanziamento alle imprese. Per maggiori informazioni o per una consulenza totalmente gratuita, mandaci un’email!