Può accadere che la propria situazione finanziaria porti ad avere la necessità di richiedere un nuovo prestito o finanziamento pur avendone già uno in corso

Per molti nasce una perplessità: è possibile procedere con la richiesta di un nuovo prestito o è totalmente impossibile?

La risposta è che sicuramente si può pensare di avviare un intervento di questo tipo, bisogna però che ci siano le giuste condizioni e bisogna essere capaci di scegliere il prodotto giusto e presentarlo nella corretta maniera in modo da evitare di incappare in errori a volte banali, che conducono poi ad un diniego piuttosto che ad una delibera con le relative conseguenze sul curriculum creditizio del richiedente.

Qual è il periodo di tempo richiesto tra un prestito e l’altro?

Non c’è un periodo di tempo definito per procedere con una seconda richiesta di finanziamento o prestito personale, ma sicuramente gli istituti di credito e le finanziarie non amano molto quella che viene definita propensione all’indebitamento: la continua richiesta di posizioni di debito.

Ma nel momento in cui ci sono le giuste condizioni un secondo nuovo prestito è sicuramente richiedibile.

In quali casi è possibile richiedere un secondo prestito?

Per capire se è possibile, la prima valutazione da fare è quella sul rapporto rata reddito, ovvero:

  • partendo dall’importo del proprio stipendio mensile e sottraendo quella che è la rata del prestito in corso, è necessario che rimanga a disposizione una cifra tale che possa garantire il rimborso della nuova rata e la sussistenza del richiedente e se presente, del suo nucleo familiare.

In funzione di ciò ogni istituto che andrà ad erogare il prestito ha i propri parametri di valutazione, di conseguenza una posizione che non sarebbe valutata positivamente per una finanziaria è possibile che presentata correttamente ad un competitor con altri parametri di valutazione, possa arrivare a delibera. 

C’è anche la possibilità di valutare il rifinanziamento del prestito in corso senza necessariamente procedere con una nuova richiesta. Anche in questo caso non è sempre possibile e ci devono essere le giuste condizioni. 

Sicuramente non è consigliato procedere con la richiesta di un rifinanziamento di un prestito in corso acceso da poco tempo, ma se avessimo un prestito della durata di 5 anni, in corso da 2, possiamo pensare di chiedere nuovamente lo stesso importo richiesto inizialmente, e allungare nuovamente la durata al termine di 5 anni; così facendo sottraendo al nuovo importo erogato il residuo ancora da rimborsare, avremo della liquidità che rimarrà a nostra disposizione con una nuova rata che può essere simile a quella in corso o magari anche più bassa.

Invece cosa non è concesso?

Se è quindi possibile richiedere un nuovo finanziamento pur avendone già uno in corso, non è concesso invece chiedere contemporaneamente due finanziamenti.

Questo perché nel momento in cui si procede con una richiesta, questa richiesta è visibile da tutti nella banca dati CRIF e nel momento in cui è li presente una posizione di questo tipo in corso, nessun altro istituto procederà con l’erogazione di un nuovo prestito. Quindi è consigliabile, nel momento in cui abbiamo già una pratica di finanziamento aperta in fase di approvazione, evitare di procedere contestualmente con altre richieste che sicuramente sarebbero rifiutate e potrebbero compromettere anche la prima fatta in corso.

Nel momento in cui per un qualsiasi motivo una richiesta di prestito personale o finanziamento viene rifiutata, il diniego viene segnalato in CRIF e la segnalazione rimane presente per una durata di 30 giorni. Durante questo periodo non bisogna procedere con nuove richieste che verrebbero certamente non approvate. Nel momento in cui termina questo lasso di tempo e quindi la segnalazione non è più presente, si può allora procedere con una nuova richiesta che verrà certamente valutata.

Perchè è importante la figura di un consulente finanziario?

Per questo motivo è importante affidarsi per qualsiasi tipo di operazione ad un consulente creditizio, come noi di Credit Line, che conosce perfettamente il mercato, i prodotti e i parametri e può quindi, a fronte di un’analisi del richiedente scegliere il prodotto giusto, quello più performante in modo da poter arrivare agilmente a delibera senza inutili intoppi e problematiche.

I nostri consulenti Credit Line sono a disposizione per la valutare tutte le possibili ipotesi per poter arrivare ad una soluzione che possa essere utile nel momento ci si ritrovi una qualsiasi situazione di questo tipo, valutando anche l’ipotesi di procedere con una richiesta di mutuo di consolidamento o rifinanziamento che nella maggior parte dei casi può presentare anche delle condizioni migliori, poiché si andrebbero ad applicare tassi di mutuo che sono certamente molto più bassi rispetto ai tassi applicati ai finanziamenti.

Ti aiutiamo nel processo di ottenimento di vari servizi finanziari come il Mutuo Consolidamento Debiti, il Mutuo di Liquidità, il Mutuo di Rifinanziamento e Pronto in Conto, il nostro servizio di finanziamento alle imprese. Per maggiori informazioni o per una consulenza totalmente gratuita, mandaci un’email!